Intervista  a cura di Enrico Bellone, ordinario alla Statale di Milano e, all'epoca, Direttore de Le Scienze ed. italiana.

 

 

Per circa un decennio, tra il 1997 e il 2006, i tre principali consorzi di supercalcolo italiani, Cineca, Cilea e Caspur hanno organizzato ogni anno un incontro annuale, quale workshop nazionale, per portare una testimonianza dell'importanza del calcolo ad alte prestazioni, invitando diversi relatori, provenienti sia dalla comunità scientifica sia dal mondo dell'industria, a riferire sulle proprie esperienze nel campo. Scopo delle presentazioni era di mostrare quale fossero gli impieghi in Italia degli strumenti di supercalcolo nelle diverse aree applicative e come questi potessero essere validi mezzi per aumentare la competitività italiana sia nelle attività di ricerca scientifica sia nella progettazione e nello sviluppo industriale. "CAPI: Calcolo ad Alte Prestazioni in Italia" fu organizzato presso diverse sedi milanesi, anche con partecipazione internazionale, trattando sia argomenti di base sia particolari settori applicativi: collaborazione tra università ed industria, settori applicativi scientifici e pre-indutriali (fisica, astrofisica, fluidodinamica, geofisica, chimica fisica, dinamica delle proteine, ecc.), alle analisi ambientali (qualità dell'aria, previsioni metereologiche operative), alle applicazioni industriali (aerodinamica di elicotteri, nuovi materiali tecnologici).

In occasione dell'edizione 2006 (16-17 ottobre 2006 presso il Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia di Milano)  il prof. Enrico Bellone, ordinario alla Statale di Milano e, all'epoca, Direttore de Le Scienze ed. italiana., intervistò Rita Levi Montalcini. Qui la versione video dell'intervista.