Quali sono le iniziative che vedranno impegnato il Consorzio nel nuovo anno?

In alcune interviste recentemente pubblicate sulle pagine dei principali quotidiani,  il Presidente di Cineca Francesco Ubertini e la Direttrice Generale Alessandra Poggiani hanno descritto i principali progetti consortili.

Nel corso del 2024 coglieremo le nuove sfide tecnologiche potenziando il supercomputer Leonardo, e sosterremo l'evoluzione nell'ambito dell'intelligenza artificiale per l'innovazione tecnologica e scientifica.

Abbiamo in programma di intensificare il nostro impegno nel reclutamento di nuovi talenti, con l'obiettivo di assumere 150 persone e attivare una cinquantina di dottorati, in collaborazione con le università consorziate, focalizzandoci sulla ricerca e sulla formazione.

Vi invitiamo a scoprire dettagli e anticipazioni sui progetti futuri leggendo le interviste!

 

Corriere della Sera ed. Bologna 28 dicembre 2023

Intervista alla Direttrice Generale Alessandra Poggiani - Il Cineca e la città futura. Dottorati e assunzioni L'IA per la Garisenda

Abbiamo in programma un piano di assunzioni importante nei prossimi due anni, accompagnato anche dall'istituzione di una nuova area di ricerca e sviluppo nella quale vorremmo, attraverso tutte le università consorziate, quindi anche l'Università di Bologna, attivare un numero significativo di dottorati per lavorare sempre di più nella ricerca e nella fase precedente allo sviluppo applicativo con giovani talenti e giovani scienziati. Il supercalcolo e l'intelligenza artificiale sono aree dove c'è l'industria, ma c'è anche la ricerca: siamo ancora in una fase di grande sviluppo e sperimentazione. Assumeremo 150 persone e attiveremo una cinquantina di dottorati nei prossimi due anni.

Penso sia importante che la città, la regione, il luogo che ci ospita, riconosca il valore nazionale ed europeo del Cineca e lo sappia valorizzare come esperienza inserita in un contesto territoriale specifico. E viceversa: anche il Cineca deve essere capace di restituire al territorio che lo ospita tutto quello che può.

Repubblica ed. Bologna 20 dicembre 2023

L'anno che verrà - Nella Data Valley di Leonardo e Lisa si calcola il futuro 

Il supercomputer Leonardo inaugurato nel novembre 2022 dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella e gestito da Cineca, capace di compiere 250 milioni di miliardi di operazioni al secondo verrà aggiornato con "Lisa", un comparto appositamente progettato per le applicazioni di Intelligenza artificiale capace di aumentare le sue capacità di calcolo di altri 100 Petaflop, ovvero 100 milioni di miliardi di operazioni al secondo. Ma Lisa non sarà da sola. Perché sempre nel 2024 Leonardo farà anche il salto nella dimensione quantistica con l'installazione di EuroQCS-Italy: il computer quantistico ospitato sempre dal Cineca che sfrutta gli stati quantistici degli atomi neutri come base per l'elaborazione delle informazioni. Consentendo la soluzione di problemi altrimenti irrisolvibili per i computer classici.

Resto del Carlino ed. Bologna 17 dicembre 2023

Intervista al Presidente Francesco Ubertini: "Gemello digitale per la Garisenda. Il supercomputer Leonardo? Cresce ancora grazie a Lisa"

Sul futuro del Cineca, Ubertini anticipa l'arrivo di significativi aggiornamenti tecnologici. Il supercomputer Leonardo, già uno dei più potenti al mondo, sarà potenziato con l'upgrade chiamato Lisa, dedicato a "Monna Lisa". Nel corso del 2024, verrà introdotto anche il primo computer quantistico in Italia, in collaborazione con le iniziative europee che mirano a potenziare le infrastrutture di calcolo quantistico. Ubertini evidenzia l'importanza di questa tecnologia emergente, sottolineando il ruolo cruciale di Leonardo, non solo come supercomputer, ma anche come strumento fondamentale per l'allenamento di applicazioni di intelligenza artificiale avanzata come ChatGpt.

L’anno prossimo spero che potremo ospitare il G7 della scienza al Tecnopolo e inaugurare l’Università dell’Onu sull’intelligenza artificiale. Governo e Onu stanno rifinendo gli accordi bilaterali. Una potenzialità enorme: l’Onu decide di farlo qui, a Bologna, perché culla dell’Università più antica del mondo e in quanto luogo più interessante in Europa in termine di infrastrutture di supercar.

Uno dei progetti di Bologna che potrà aiutare la Garisenda è quello del gemello digitale. Parliamo di una replica in digitale della città con gli edifici, il traffico, i flussi, una certa qualità dell’aria. Il digitale ti dà delle informazioni che aiutano a prendere decisioni nel mondo reale. Grazie alla tecnologia recepiremo il patrimonio di conoscenze accumulato negli anni. Informazioni che ci aiuteranno nel prendere le decisioni future. Guardando sì alla fase di monitoraggio e di emergenza, ma anche al post-restauro, accompagnando la vita futura della Torre. Ma ricordiamo che sono tecnologie a supporto delle persone. Ti aiutano a leggere e capire, ma non prendono le decisioni. Va bene misurarsi la pressione, ma poi serve un medico che fa sintesi Noi mettiamo a disposizione le infrastrutture. È un progetto in fase di avvio. Che è nelle intenzioni dell’Università e del Comune.

Corriere della Sera 28 novembre 2023

Intervista alla Direttrice Generale Alessandra Poggiani - L'orgoglio di avere Leonardo. In meno di 3 mesi allenerebbe un sistema come ChatGPT

L'Intelligenza Artificiale per funzionare ha bisogno di grande capacità di calcolo e di sistemi ad alte prestazioni. Le applicazioni richiedono grandi quantità di risorse computazionali per avviare simulazioni parallele su larga scala o innumerevoli piccole esecuzioni e valutarne l'impatto su diversi parametri. Leonardo può sostenere entrambi i modelli fornendo un'incredibile accelerazione sfruttando le unità di elaborazione grafica (Gpu) all'avanguardia dei sistemi Hpc e fornendo così prestazioni di picco di alta precisione. Un supercomputer come Leonardo impiegherebbe meno di 3 mesi per "allenare" un sistema come ChatGPT.

In ambito Hpc sosteniamo diversi progetti di ricerca IA, da tutta Europa. Al nostro interno, con le nostre strutture, lavoriamo con alcuni atenei sulla sperimentazione di strumenti di IA generativa per la didattica. In fase sperimentale stiamo anche lavorando su applicazioni di Symbolic AI a supporto dell'aggregazione di informazioni, e sull'analisi di dati sanitari e genomici. Dall'altra, in ambito sviluppo, abbiamo già realizzato alcune piccole applicazioni funzionanti per fornire servizi innovativi agli studenti.

Repubblica ed. Bologna 11 novembre 2023

Intervista a Francesco Ubertini - L'intelligenza che cambia la nostra vita

Tra i progetti avviati, abbiamo firmato un accordo con la Regione che porterà a valutare l'impatto delle leggi approvate con l'intelligenza artificiale. L'intelligenza artificiale è uno strumento che ha un numero di applicazioni potenzialmente molto vasto in tanti campi. Con una caratteristica fondamentale: quella di alimentarsi con una gran quantità di dati di tutti i tipi, come immagini, video e testi. Il ruolo di Cineca, nell'AI, coi suoi supercomputer è importante, perché l'allenamento di questi strumenti e dei loro algoritmi richiede un'enorme potenza di calcolo. L'intelligenza artificiale è come un'auto, i dati sono la sua benzina ma serve un motore, cioè un super-computer, per andare lontano. Senza Leonardo, che fa 250 milioni di miliardi di calcoli al secondo, non si va da nessuna parte. Però questa macchina rimane ferma se non c'è il pilota: serve anche un uomo che la sappia guidare.