I temi dell’innovazione tecnologica e della transizione digitale hanno caratterizzato la prima giornata di visita in Emilia-Romagna del Primo ministro del Lussemburgo, Xavier Bettel, accompagnato da una delegazione del Granducato del Lussemburgo. La delegazione è stata accolta ieri dal presidente di Cineca Francesco Ubertini e il direttore generale David Vannozzi, dopo una visita al Tecnopolo. 

Nel corso dell’incontro i referenti di Cineca hanno presentato il contesto della Data Valley, il supercomputer Leonardo e i progetti di calcolo ad alte prestazioni, con approfondimenti in ambito la sanità, oil & gas e beni culturali. 

Ubertini: la Data Valley, con Cineca, punto di riferimento in Europa per la transizione digitale.

 

E' stato un piacere ospitare al Cineca il Primo Ministro Xavier Bettel e la delegazione del Lussemburgo. Ha dichiarato il presidente di Cineca Francesco Ubertini. Oltre ad essere un’occasione per ricambiare la gentile ospitalità che ci hanno riservato nei mesi scorsi durante la visita della Regione Emilia-Romagna presso il Granducato, questo incontro ci ha consentito di confrontarci su un tema di comune interesse: la transizione digitale come strumento e stimolo per l’innovazione della società. In questo ambito, Cineca è un punto di riferimento, e per molte ragioni: per la sua esperienza nel supercalcolo e nell’utilizzo della tecnologia a supporto della digitalizzazione; per il suo ruolo trainante nel trasferimento tecnologico verso le grandi imprese e, sempre più verso le PMI; e, infine, per il suo impegno nel creare un ponte tra le realtà territoriali e l’Europa. La Data Valley, di cui Cineca con il supercomputer Leonardo, è uno dei principali protagonisti, è nata in un contesto virtuoso che coinvolge enti pubblici e privati, istituzioni e realtà produttive ed ora, con la costituzione del Centro Nazionale HPC, Big Data e Quantum Computing, si candida a diventare un traino per la crescita dell’intero Paese, un esempio a cui l’Europa guarda con crescente attenzione, come dimostra anche l'interesse della delegazione del Lussemburgo che abbiamo accolto oggi.

La gestione di grandi moli di dati è senza dubbio una priorità del presente e del prossimo futuro: su questo fronte Cineca e la Data Valley rappresentano l'avanguardia europea e mondiale”. Così David Vannozzi, direttore generale di Cineca.

 Il premio Nobel assegnato di recente ai pionieri dell’informazione quantistica - prosegue Vannozzi - rilancia con forza il ruolo di Cineca, dell’Italia e dell’Europa. E la Data Valley di Bologna rappresenta lo scenario ideale per lo sviluppo delle tecnologie e dei software di ultima generazione. Da questo punto di vista Cineca da sempre si pone come avanguardia nazionale ed europea, e proprio per questo nelle prossime settimane si appresta ad ospitare il supercomputer Leonardo, una delle macchine più potenti al mondo. Sul fronte del calcolo quantistico, Cineca si occupa di quantum computing dal 2018, e oggi mette a disposizione della comunità scientifica e della ricerca le proprie competenze, tramite il Quantum computing Lab, l’Osservatorio Tecnologico e l’accesso alle risorse. Proprio per questa esperienza sul campo Cineca è pronta ad accogliere al meglio lo sviluppo anche dei piani europei che vanno nella direzione del calcolo quantistico.

Gli incontri della delegazione procedono oggi, 27 ottobre, con l’incontro “Emilia-Romagna-Luxembourg Business Forum” organizzato da Granducato del Lussemburgo, Camera di commercio del Lussemburgo, Camera di Commercio Italo-Lussemburghese e Regione Emilia-Romagna, e con altri appuntamenti nell’ambito della motor valley, agli stabilimenti della Ferrari a Maranello (Mo) e alla Lamborghini.