Schermata dell'app rilevazione frequenze di CinecaSe la frequenza è obbligatoria, non si scappa: si entra in aula e si fa l'appello - o si raccolgono le firme. Quei dieci minuti sono inevitabilmente persi. Oppure no? L'Università degli Studi di Messina ha attivato per prima la sperimentazione della nuova versione della app Rilevazione Frequenze di Cineca che permette di registrare le presenze in aula in maniera totalmente digitale

Il docente a inizio lezione genera e comunica agli studenti un codice, che questi devono inserire nella app preinstallata sui propri smartphone: in questo modo - più un controllo opzionale della geolocalizzazione - l'elenco degli studenti presenti in aula viene creato direttamente online e verrà utilizzato per tracciare le frequenze di ciascuno nel sistema gestionale studenti.

La digitalizzazione si conferma elemento chiave nell'offrire agli studenti servizi nuovi e utili, come evidenziato dalle scelte del Rettore dell'Ateneo messinese Cuzzocrea, che insieme alla app ha scelto di attivare anche la gestione tesi interamente online - anche questa basata su servizi Cineca - ed una "live chat" che consente agli studenti di ricevere supporto dagli operatori di sportello senza dover recarsi fisicamente allo sportello.