AIFA, Agenzia Italiana del Farmaco, ha dato via libera all’avvio dello studio clinico con un prodotto a base di raloxifene in pazienti paucisintomatici affetti dal virus SARS-CoV-2.

Lo studio clinico, promosso dal consorzio pubblico-privato Exscalate4Cov coordinato da Dompé Farmaceutici, sarà realizzato dall’IRCCS Lazzaro Spallanzani di Roma e coinvolgerà anche l’IRCSS Humanitas di Milano, oltre ad altri centri in Italia e in altri Paesi. 

Questo risultato è il frutto del completamento della fase 1 del progetto Exscalate4CoV, che, tramite le simulazioni con i supercomputer, ha realizzato uno screening su 400 miliardi di molecole (farmaci già approvati e prodotti naturali sicuri per l’uomo), e successivamente un test specifico per valutare 10.000 molecole promettenti

I dati fin qui generati da Exscalate4CoV - 10 articoli peer reviewed (altri 10 in fase di finalizzazione), le evidenze derivanti da oltre 20 mila esperimenti in vitro e la ricostruzione digitale del virus Sars-Cov-2 su cui effettuare nuove simulazioni - sono stati messi a disposizione della comunità scientifica internazionale attraverso il portale www.mediate.exscalate4cov.eu. La rivista internazionale “International Journal of Molecular Sciences ” ha dedicato un numero speciale al progetto EXSCALATE4COV dove è possibile trovare la produzione scientifica del consorzio. 

Maggiori informazioni nel comunicato stampa.

 

 

Virtual simulation of the effects of Raloxifene, the FDA-approved drug found by Europe’s Exscalate4CoV to be a potential inhibitor of SARS-CoV-2 replication, and approved by the Italian national drug agency to be part of a clinical trial.

 

Video, courtesy of Nanome