Tu sei qui

MUVI - Museo virtuale della VIta quotidiana a Bologna nell'ultimo secolo

In corso

Comunicare contenuti storici ad un pubblico ampio ed eterogeneo è un compito sempre più sentito e si cercano soluzioni nuove per attrarre e coinvolgere, rendendo gli argomenti accattivanti. Quando si desidera coinvolgere la platea dei non addetti ai lavori è importante cercare di studiare soluzioni adatte, che mescolino contenuti scientificamente solidi ad immediatezza e facilità di accesso, partendo magari da tematiche familiari, che non mettano in soggezione quella parte di pubblico meno a suo agio con i temi storici.

Sono questi i punti di partenza posti alla base dello sviluppo del progetto Muvi – Museo virtuale della vita quotidiana che nel 2009 ha compiuto dieci anni festeggiando con la ricostruzione virtuale di due interni domestici, dedicati il primo agli anni Trenta e il secondo agli anni Ottanta del Novecento. Insieme alla ricostruzione di una casa anni Cinquanta realizzata in precedenza, Muvi è ora in grado di proporre un percorso abbastanza significativo attraverso la storia del XX secolo prendendo le mosse, come è da sempre suo principio guida, dagli oggetti di consumo d’uso quotidiano e dagli ambienti domestici.

Obiettivi 

MU.VI. (MUseo virtuale della VIta quotidiana a Bologna nell'ultimo secolo) cerca di gettare un ponte tra le epoche e le generazioni ricorrendo a quanto c'è di più vicino ad ognuno di noi: la quotidianità.

Articoli usciti su: Storia e futuro 2008 e Storia e futuro 2010.

Partner 

Comitato di Bologna dell'Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano, Museo civico del Risorgimento di Bologna

Finanziamenti 

Bologna 2000 – città europea della cultura; Fondazione CARISBO

Referenti Cineca 

Antonella Guidazzoli