Tu sei qui

Antenati: il portale per la ricerca genealogica in Rete

Progetto concluso

Il Progetto Antenati è coordinato dalla Direzione Generale per gli Archivi del MIBAC (Ministero per i Beni e le Attività Culturali) ed è tecnicamente gestito dal Cineca nell'ambito del progetto Digital Library.

In linea con altri portali di carattere nazionale sulla storia familiare, promossi in numerosi Paesi, il Portale Antenati del Sistema Archivistico Nazionale (SAN) nasce per organizzare e rendere disponibile l’enorme patrimonio documentario degli atti di Stato civile esistente negli Archivi di Stato. Esso consente di condurre ricerche anagrafiche e genealogiche, finalizzate alla ricostruzione della storia di famiglie e di persone. Obiettivo del Portale è pubblicare milioni e milioni di immagini relative ai Registri di Stato civile. Le immagini provengono dalla digitalizzazione di micro-film e dalla scansione di registri cartacei tratti dal Fondo Napoleonico (dal 1806 al 1815), da quello della Restaurazione (dal 1815 al 1866) e da quello italiano (scansionato fino ai primi del 1900).

Il progetto prevede che nell’arco di un quinquennio siano resi disponibili mediante la piattaforma di Digital Library realizzata e manutenuta dal Cineca:

  • circa 120 milioni di immagini digitalizzate provenienti dalle scansioni e acquisizione da micro-film dei registri oggetto di interesse;
  • un data base dei nomi contenuti nelle immagini dei Registri di Stato civile, destinato a facilitare le ricerche di tipo anagrafico o genealogico e creato grazie al lavoro di un gruppo di volontari.

Il Portale è organizzato in quattro aree tematiche:

  • Il Portale: area descrittiva del progetto e delle sue finalità;
  • Il Territorio e le Fonti: sezione che raccoglie l’elenco degli Archivi di Stato che conservano i registri di Stato Civile e delle Liste di Leva;
  • Sfoglia i Registri: maschera di ricerca per la navigazione tra le pagine (digitalizzate) dei Registri di Stato Civile;
  • Trova i nomi: maschera di ricerca dei nomi di persona estratti dai registri di Stato Civile.

Lanciato ufficialmente nel Dicembre 2011, al mese di maggio 2014 il portale raccoglie già i registri di Stato Civile di 17 Archivi di Stato (Ascoli Piceno, Bari, Campobasso, Catanzaro, Como, Cuneo, Firenze, Genova, L'Aquila, Lucca, Mantova, Messina, Modena, Napoli, Pesaro-Urbino, Sezione di Fano, Torino, Treviso, Udine ) in un periodo compreso tra i primi dell’800 e i primi del 900.
Il totale delle immagini presenti nel portale supera i 19 milioni (in oltre 310.000 registri), mentre quasi un milione sono i nomi che già ne popolano la base dati.

Cineca si è occupato dello sviluppo e della gestione della piattaforma tecnologica, per la quale è stato allestito un sistema basato su 2 server virtuali (uno dedicato alla produzione ed uno allo sviluppo) ed una storage area network con una capacità attuale di circa 60 TB. L'interfaccia del portale è stata sviluppata in Drupal, mentre per la gestione degli oggetti digitali si è utilizzato il software open-source Gallery. E' prevista, nel corso del 2014, la migrazione sulla nuova piattaforma tecnologica di Digital Library del Cineca denominata su Giotto.

Partner 

Il Progetto Antenati è coordinato dalla Direzione Generale per gli Archivi del MIBAC (Ministero per i Beni e le Attività Culturali)

Finanziamenti 

MIBAC (Ministero per i Beni e le Attività Culturali)

Tempistica 

Lanciato ufficialmente nel Dicembre 2011, la durata è di cinque anni

Referenti Cineca 

Ugo Contino