Tu sei qui

L'Italia si riconferma ai vertici della classifica Top500 con FERMI

15 Novembre 2013

L'Italia si riconferma al vertice della lista Top500 pubblicata il 15 novembre: grazie al supercomputer FERMI, installato al Cineca nel 2012, il nostro Paese si posiziona al quindicesimo posto nella classifica dei supercomputer più potenti al mondo, al quinto posto in Europa, primo in Italia.

Basato sul sistema IBM Blue Gene/Q, il supercomputer è a disposizione dei ricercatori italiani ed europei nell'ambito della partnership europea PRACE (Partnership for Advanced Computing in Europe).

FERMI è composto da 10.240 sockets PowerA2, 1.6GHz di frequenza, ciascuno con 16 core, per un totale di 163.840 computing core e una peak performance di sistema di 2,1 PFlops. Ogni processore è dotato di 16Gbyte di RAM (1 GByte per core).

 Completa l'installazione un sottosistema di memorizzazione con una capacità nell'ordine dei 10Pbyte e una bandwidth superiore a 100 GByte/s.

Questo risultato, raggiunto grazie al sostegno del Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca, conferma che l'Italia ha un ruolo di primissimo piano nel panorama internazionale della ricerca.