Tu sei qui

Sentiment analysis per la Reggia di Caserta

14 Novembre 2016

Il Cineca ha rilasciato i primi risultati di uno studio realizzato per la Reggia di Caserta, volto all’analisi dei social network e in particolare delle reazioni degli utenti nei confronti della Reggia. La “Sentiment Analysis” è stata condotta nel contesto dell’accordo quadro siglato tra i due Enti, e che prevede una collaborazione per valorizzare e far conoscere il patrimonio culturale tramite le nuove tecnologie. Due in particolare gli ambiti di attività: la gestione di dataset di grandi dimensioni, tramite l'utilizzo del supercalcolo, e la realizzazione di ambienti virtuali interattivi tramite le tecnologie della visualizzazione.

Lo studio è stato avviato nella consapevolezza di quanto sia importante oggi per musei o luoghi d’arte capire cosa pensano e provano i visitatori, reali, potenziali o anche solo virtuali. La scelta di utilizzare i social network per lo studio, infatti, si è basata sul ruolo ricoperto dal passaparola on line, ormai definitivamente riconosciuto come il nuovo consigliere di viaggio. I social media, e in particolare Facebook, Twitter, Instagram, Google+, ed anche siti di recensioni come Tripadvisor, si configurano come fonti innovative e alternative su cui basare nuove tecniche di customer satisfaction.

Per condurre l’analisi sono state ascoltate le emozioni di 7.500 utenti Facebook, 10.500 utenti Twitter, 3000 utenti di Tripadvisor per un totale di circa 45.000 interazioni. Attraverso la Sentiment Analysis, questa immensa mole di dati è stata trasformata in conoscenza, scoprendo che l’oggettiva bellezza della Reggia di Caserta prevale anche grazie alle attività del nuovo direttore.

Dall’analisi, infatti,  è emerso che per i visitatori la Reggia è soprattutto “Bella”, in tutte le sue declinazioni (meravigliosa, stupenda, bellissima) e l’attenzione alla bellezza della Reggia viene distolta solamente da eventi molto “mediatici”, come appunto l’arrivo del nuovo direttore, definito da molti “Direttore social”.

Nonostante  l’influsso negativo di alcuni di questi eventi (le polemiche legate al direttore stakanovista, lo scandalo “affittopoli”, il furto di bici e denaro alla buvette...), il sentiment medio dell’ultimo anno è altissimo. Si attesta infatti all’80%. In particolare i visitatori della Reggia apprezzano posizione, accessibilità, servizi e accoglienza.

I risultati dello studio, che sono stati presentati in anteprima durante l’evento Technology for All, che si è svolto a Roma all’inizio di ottobre, saranno presto resi disponibili.

(Maggiori informazioni nella colonna approfondimenti).

 

 

Il mood dei visitatori della Reggia di Caserta