Tu sei qui

Avviato anche in Italia PKP PLN il servizio di conservazione delle riviste scientifiche

15 Luglio 2016

Editori, atenei ed enti di ricerca italiani oggi possono assicurare la conservazione a lungo termine alle proprie riviste open source, tramite PKP Private LOCKSS Network, un servizio internazionale di conservazione a lungo termine per le riviste pubblicate con Open Journal Systems. Tra i sostenitori del progetto, la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze e il Cineca.

Assicurare a biblioteche e lettori un accesso permanente alle risorse digitali acquisite, o comunque selezionate nel caso di risorse ad accesso aperto, è oggi una delle maggiori sfide per gli editori. 

Il Public Knowledge Project (PKP), consorzio di università canadesi dedicato alla diffusione pubblica della conoscenza e sviluppatore del più diffuso software open source per la pubblicazione e gestione di riviste elettroniche, Open Journal Systems (OJS), ha recentemente varato PKP Private LOCKSS Network (PKP PLN), una soluzione per la conservazione a lungo termine per le riviste pubblicate con OJS.

Cineca, l’unico ente italiano tra i partner strategici del PKP, da sempre coinvolto nello sviluppo e nel sostegno a OJS, ha confermato il proprio sostegno all’iniziativa curando la traduzione italiana del plugin e coinvolgendo nel progetto la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze (BNCF).

La BNCF, già attiva su queste tematiche con Magazzini digitali – un servizio legato al deposito legale delle pubblicazioni elettroniche - ha arricchito la rete permettendo la definizione in Italia di un nodo nazionale, il secondo nodo europeo insieme a quello tedesco. 

Oggi quindi è possibile, anche per editori, atenei ed enti di ricerca italiani che pubblichino riviste ad accesso aperto utilizzando con Open Journal Systems (OJS), partecipare a PKP PLN e assicurare alle proprie riviste la conservazione a lungo termine nella maniera più semplice e appropriata.