Tu sei qui

1 miliardo di euro per Human Brain Project

28 Gennaio 2013

La Commissione Europea ha annunciato ufficialmente i nomi dei due progetti di ricerca che verranno finanziati con un totale di due miliardi di euro nell’ambito del bando Future and Emerging Technologies (FET). Il bando, avviato nel 2009, ha l'obiettivo di sostenere i migliori progetti nell’ambito dell’applicazione delle nuove tecnologie ai problemi sociali emergenti.

Il Cineca è partner di uno* dei progetti finanziati: Human Brain Project, (HBP), coordinato dall’Ecole Polytechnique Fédérale di Losanna. HBP mira a ricostruire e simulare l’intera struttura del cervello umano sui supercomputer più potenti al mondo. Il finanziamento di 1 miliardo di euro è ripartito nell'arco di tempo di 10 anni.

Il Cineca contribuirà alla realizzazione della piattaforma HPC del progetto, allocando uno dei quattro supercomputer da cui sarà composta. Il compito del Cineca è implementare e gestire una facility per  la conservazione, la gestione, e l'elaborazione dei grandi volumi di dati che saranno necessari per l'avvio del progetto, e che saranno generati con l'avanzamento dello stesso. L'attività inizierà con la raccolta e l'analisi dei requisiti del progetto, l'installazione di strumenti software e la definizione delle politiche di servizio. In questa prima fase, oltre all'erogazione dei primi servizi, saranno anche finalizzate le specifiche per il successivo sviluppo della piattaforma, attività che sarà svolta nella seconda fase del progetto.

Al progetto partecipano circa novanta istituti di ricerca europei e internazionali, tra cui diversi Enti italiani: oltre al Cineca, altri partner saranno l’Università di Firenze, e in particolare il Laboratorio Europeo di Spettroscopia Non lineare - LENS, il Politecnico di Torino, l’Università di Pavia e l’Istituto Fatebenefratelli.

Gli scienziati intendono raccogliere tutte le conoscenze disponibili sul cervello umano, e da queste partire per simulare il suo funzionamento su avanzatissime piattaforme informatiche. Obiettivo ultimo è la ricerca di cure efficaci per le malattie degenerative del sistema nervoso, malattie quali Alzheimer, Parkinson, epilessia, schizofrenia… ma anche porre le basi per la creazione delle nuove generazioni di supercomputer intelligenti.

Il patrimonio di dati  sarà offerto agli scienziati di tutto il mondo: l’intenzione di Human Brain Project è di costruire, per il cervello umano, quel che il CERN rappresenta per la fisica delle alte energie.

Questo contributo è un segnale molto forte della Commissione Europea, perché sostiene con investimenti veramente ingenti alcune delle sfide più straordinarie della scienza moderna.

[*L’altro progetto finanziato riguarda l’applicazione del grafene nei settori dell’elettronica e dell’informatica. Il progetto è condotto da Jari Kinaret afferente al Chalmers University of Technology di Goteborg].