Tu sei qui

Osservatori

Sistemi di sorveglianza
Osservatorio sulle sperimentazioni cliniche dell'AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco)

L' Osservatorio Nazionale Sperimentazione Clinica (OsSC), istituito nel 1999 e gestito da Cineca fino alla fine del 2012, è stato progettato e realizzato per consentire la verifica, l'analisi e il controllo di tutti i flussi informativi che riguardano l'intero processo delle sperimentazioni cliniche sui farmaci a livello nazionale.

Osservatori epidemiologici

Osservatori multicentrici delle prestazioni sanitarie erogate dal SSN agli assistibili con un approccio epidemiologico orientato ai problemi. Originano da un database clinico di popolazione, con dati omogenei su un campione di diverse realtà prescrittive sparse sul territorio nazionale, che consente di esplorare in dettaglio, anche attraverso la serie storica di dati, tutte le attività di prescrizione territoriale effettuate dai singoli medici di base ai propri assistiti e, nel contempo, tutte le prestazioni sanitarie riguardanti i ricoveri ospedalieri nonché le prestazioni diagnostiche specialistiche. Il risultato finale è l'osservazione longitudinale del percorso clinico assistenziale che può essere analizzato per patologie e subset di popolazioni. Il servizio è raggiungibile via web, con accesso riservato e protetto.

  • Osservatorio ARNO

a cui partecipano al momento 31 ASL di 7 Regioni italiane per una popolazione in studio di oltre 11 milioni di abitanti, costituendo l'unico esempio in Italia di database clinico multicentrico di popolazione assistita.

  • Osservatorio ARNO Diabete

nato in collaborazione con le principali Società Scientifiche di diabetologia (Società Italiana di Diabetologia - SID, Associazione Medici Diabetologi - AMD e Diabete Italia). È un database unico come serie storica di dati e ha l'obiettivo di individuare le aree prioritarie di intervento e le strategie per far fronte agli sviluppi futuri, medici e farmacologici della patologia.

  • Osservatorio ARNO Donne, Bambini, Anziani

sono specifici osservatori che aiutano a comprendere o a far emergere, a seconda dei diversi target analizzati e a partire dai profili prescrittivi, riflessioni sulle differenze di genere, sull'efficacia, sulla sicurezza e sull'appropriatezza delle cure e sull'assorbimento differenziato di risorse.

  • Osservatorio del Rischio Cardiovascolare (CUORE)

ha come obiettivo il monitoraggio del rischio cardiovascolare nella popolazione di età compresa tra i 35-69 anni.
È realizzato utilizzando i dati inviati periodicamente dai medici attraverso il programma cuore.exe (un software scaricabile gratuitamente dal sito del Progetto Cuore per la valutazione del rischio cardiovascolare) e i dati raccolti da alcuni centri trasfusionali. Vi sono implementati strumenti di reportistica navigabile per i diversi profili di accesso (medici, centri trasfusionali, ISS, ...), oltre ad un sistema di analisi che consente agli utenti di creare report predefiniti sulla base dei parametri selezionati (anno, regione, categoria di medico, ...). E' attivo da aprile 2006 e ad oggi contiene i dati di 719 unità (medici e centri trasfusionali) per un totale di 89.391 valutazioni di rischio.

  • Osservatorio migranti (Farmaci e Immigrati)

le profonde modificazioni nella popolazione italiana, caratterizzata da una presenza sempre crescente di stranieri, rendono particolarmente interessante l’analisi del profilo assistenziale di questa tipologia di popolazione, da qui l’esigenza di realizzare un Osservatorio migranti permanente.
Dalla collaborazione fra Società Italiana di Farmacia Ospedaliera, Cineca, Istituto Superiore di Sanità, Società Italiana di Medicina delle Migrazioni, Consorzio Mario Negri Sud è nato l’“Osservatorio sulla prescrizione farmaceutica alla popolazione immigrata” il cui obiettivo mira a descrivere il grado, la tipologia e la qualità di accesso al farmaco da parte della popolazione immigrata presente in Italia, al fine di favorire, attraverso il confronto con i dati epidemiologici, lo sviluppo di politiche sanitarie (nazionali, regionali, locali) coerenti con la condizione ed i bisogni di salute di questa popolazione.
Lo studio si propone di caratterizzare la popolazione immigrata presente in Italia, stratificandola nelle diverse sottopolazioni che la compongono, e confrontarla con quella italiana.
Il progetto prevede la restituzione alle ASL partecipanti dei dati ottenuti per una lettura contestualizzata alla tipologia di organizzazione assistenziale nello specifico territorio.