Tu sei qui

La Ministra Valeria Fedeli "Il Cineca, orgoglio Italiano"

10 Maggio 2017
Inaugurazione del supercomputer Marconi e del nuovo Edificio del Cineca

l prof. Ferrari, Presidente del Cineca, e il dott. Vannozzi, Direttore del Cineca, hanno aperto la cerimonia parlando della attuale fase di crescita del Consorzio: l’incorporazione degli altri consorzi di supercalcolo di Roma e Milano, l’installazione del supercalcolatore tra i 12 più potenti al mondo, e la realizzazione del nuovo edificio polifunzionale ad alta efficienza energetica. La Ministra Fedeli ha rimarcato il ruolo di eccellenza ricoperto a livello internazionale dal Cineca, ne ha ricordato la stretta collaborazione con il Sistema Accademico Nazionale e con il Ministero, confermando il valore dei servizi realizzati. Al termine dell’evento, a margine del quale è stato siglato l’accordo tra il MIUR e la Regione Emilia-Romagna sul data center del Centro meteo internazionale ECMWF, gli studenti dell’ITIS Belluzzi che hanno trascorso al Cineca il loro progetto di alternanza scuola-lavoro hanno raccontato alla Ministra la loro esperienza.

Casalecchio di Reno, 8 maggio 2017 - Alla presenza della Ministra dell'Istruzione, Università e Ricerca Valeria Fedeli, l'8 maggio si è tenuta al Cineca la cerimonia di inaugurazione del supercomputer Marconi e del nuovo edificio polifunzionale.

Saluti del presidente del Cineca, prof. Emilio Ferrari

In apertura, il presidente del Cineca, prof. Emilio Ferrari, ha sottolineato come le inaugurazioni rappresentino sotto diversi profili un momento di crescita, e come il Consorzio sia cresciuto molto in questi anni, assumendo una valenza nazionale con l’incorporazione degli altri consorzi di supercalcolo delle sedi di Roma e Milano. “Il Cineca svolge il suo ruolo con tutta la passione che l’incarico richiede - ha dichiarato il prof. Ferrari - servire il sistema accademico è un compito di grande responsabilità di cui siamo consapevoli e cerchiamo di svolgere in modo adeguato grazie alle risorse e infrastrutture di eccellenza, ma soprattutto consapevoli che il vero patrimonio che sono le competenze delle persone. In esse vediamo il vero valore del consorzio”.

Introduzione del direttore del Cineca, dott. David Vannozzi

Il direttore del Cineca, dott. David Vannozzi ha ricordato l’importanza di questo momento storico per il Cineca: “abbiamo assunto la veste di società in house per le nostre consorziate: le 70 università, gli 8 enti di ricerca e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Abbiamo modificato statuto e governance per essere aderenti alla normativa e ai bisogni dei nostri consorziati. Con 4 sedi, e oltre 830 persone siamo una realtà unica in italia e direi quasi in Europa: siamo il “benchmark” per molti Paesi che vengono a visitarci per vedere come replicare nelle proprie realtà una struttura come la nostra. Se siamo arrivati fino a qui oggi è anche per la nostra unicità e per la capacità di trasferire le nostre competenze alla pubblica amministrazione e anche al mondo produttivo”.

La Ministra Valeria Fedeli 

Proseguendo nel corso della cerimonia, la Ministra Valeria Fedeli ha espresso la propria soddisfazione nel poter visitare il Cineca, di cui aveva spesso sentito parlare anche prima di assumere il proprio incarico a capo del Ministero. Ha confermato l’importanza assunta dal Consorzio per i servizi realizzati per il sistema accademico nazionale ottenuta in quasi cinquant’anni di attività nei settori della Ricerca e dell’Università, e ha rimarcato il ruolo di eccellenza ricoperto a livello internazionale. La Ministra ha riconfermato il ruolo di “braccio tecnologico” del Cineca per il Ministero: “l’eliminazione delle comunicazioni cartacee tra il Ministero e il sistema delle Università ha consentito, caso rarissimo tra le pubbliche amministrazioni, la una completa informatizzazione delle attività di raccolta dei dei dati” ha dichiarato la Ministra. Centinaia sono i servizi realizzati dal Cineca, dalla programmazione del personale effettuata a livello centrale, al supporto delle banche-dati condivise ai fini della valutazione della VQR o dell’ASN “servizi che il Cineca svolge con grande profitto dell’utenza e con standard qualitativi altissimi”.

In merito al supercomputer, la Ministra ha ricordato che il Marconi è classificato al 12esimo posto tra i più potenti nel mondo: un traguardo notevolissimo, "un grande orgoglio italiano” e un “modello per l’Italia”. Nell'ambito del calcolo ad alte prestazioni, infatti, il Cineca “rappresenta l'Italia nel contesto internazionale e si fa molto spesso portavoce delle scelte strategiche del nostro Ministero. Così è avvenuto, ad esempio, lo scorso 17 marzo a Roma, nel corso del Digital Day che ha visto la partecipazione di altri sei Paesi Ue" (Francia, Germania, Lussemburgo, Portogallo, Spagna e Olanda). Il Ministero ha raccolto la “sfida” europea per “fare sistema”, e in questo contesto va inserita la scelta di Bologna come sede del nuovo Data Center Meteo europeo, per la quale ha contato la presenza sul territorio di un ecosistema della ricerca riconosciuto a livello internazionale: oltre all'Università, infatti, a Bologna sono presenti le sedi di importanti Enti di ricerca, dal CNR all’INFN, dall’INAF all’INGV. E ovviamente il Cineca. Nel corso della cerimonia la Ministra Valeria Fedeli e l’Asssessore Patrizio Bianchi hanno siglato l’accordo tra il MIUR e la Regione Emilia-Romagna per il nuovo Data Center.  

Alternanza scuola-lavoro

Dopo i rituali tagli dei nastri, la Ministra ha incontrato gli studenti dell'ITIS Belluzzi che hanno trascorso la loro esperienza di alternanza scuola-lavoro al Cineca. Dopo aver ascoltato la loro esperienza, la Ministra ha ringraziato il Cineca per aver collaborato attivamente, e ha sottolineato l’importanza del progetto perché “rappresenta una nuova modalità di qualificazione della didattica, grazie alla quale alle competenze tradizionali si aggiungono nuove skill”, e si è soffermata in particolare sul ruolo, e sulla difficoltà, della co-progettazione che richiede una stretta collaborazione tra Istituti e enti, come è avvenuto tra ITIS Belluzzi e Cineca.

In conclusione di cerimonia, la Ministra si è detta convinta “che la nuova fase storica che si avvia con queste inaugurazioni rappresenti l’avvio di un percorso di grandi sfide e di grandi successi per il Ministero, per il Cineca e per il sistema della ricerca italiano nel suo complesso”.

INFORMAZIONI SUL SUPERCOMPUTER E SULL’EDIFICIO

Il supercomputer Marconi, classificato al dodicesimo posto al mondo nella lista dei supercomputer più potenti al mondo, è in grado di compiere venti milioni di miliardi di operazioni in virgola mobile al secondo: 20 Petaflop/s a disposizione della scienza italiana e internazionale per risolvere le sfide socioeconomiche del nostro tempo, dalla medicina di precisione al cambiamento climatico, dalla fisica fondamentale ai nuovi materiali. 

Il nuovo edificio polifunzionale, progettato e sviluppato da un team interno al Cineca ha una consistenza di 4.500 mq (sui complessivi 10.000 mq della sede di Casalecchio di Reno), ha ottenuto la certificazione LEED (Leadership in Energy and Enviromental Design) livello GOLD, protocollo su base volontaria che certifica la sostenibilità ambientale dell’intero processo edilizio. 

Rispetto a un edificio nuovo realizzato con i parametri richiesti dalla legge, l’edificio del Cineca consuma il 30% in meno: i sistemi automatici di gestione dell’energia si attivano in base alle situazioni climatiche per limitare i consumi; le coperture verdi consentono di mitigare l’isola di calore; la gestione interattiva delle facciate consente di ridurre i consumi energetici, e la prossima attivazione del recupero di calore di processo dei supercalcolatori consentirà al fabbricato Cineca di essere un edificio “a energia quasi zero”.

 

Ufficio Stampa Cineca
Cineca - Via Magnanelli 6/3 | Casalecchio di Reno
Patrizia Coluccia
338/5366421 - 051/6171411