La Commissione Europea, in collaborazione con l'impresa comune EuroHPC, ha attivato una serie di azioni di supporto al sistema europeo delle Piccole e medie imprese. Tra queste, Large AI grand challenge, una call gestita dall'iniziativa AI BOOST per verifica e studi di fattibilità, i cosiddetti Proof of Concept (PoC), per lo sviluppo di Large Language Model (Llm).

Rivolta a start-up e PMI europee, la sfida ha un budget complessivo di 1 milione di euro e offre l'accesso esclusivo a supercomputer di punta, tra cui il supercomputer finlandese Lumi e Leonardo, per lo sviluppo di modelli linguistici, a fronte dell’invito a rilasciare i modelli sviluppati con una licenza open source per uso non commerciale.

La presidente della Commissione Europea, Ursula Von Der Leyen, ha definito questa “call for PoC” la prima di una serie di misure a supporto delle startup e piccole imprese europee, impegnate nello sviluppo di applicazioni basate sui metodi dell’apprendimento automatico e dell’Intelligenza artificiale.

La competizione, che accetterà le domande fino al 13 febbraio, si concentra sull'IA generativa e invita le organizzazioni con competenze nella costruzione di modelli linguistici su larga scala a proporre soluzioni innovative. L'obiettivo è sfruttare il potenziale dei modelli per rivoluzionare diversi settori industriali.

Tra i requisiti per partecipare alla call è richiesto un modello addestrato da zero con almeno 30 miliardi di parametri e un piano dettagliato che dimostri la rilevanza del modello, le motivazioni che richiedono l'uso del supercalcolo. Inoltre il team deve avere precedenti esperienze nel settore.

Un'opportunità molto importante per le imprese europee, per guidare l'innovazione nell'IA, la Large AI Grand Challenge promette di catalizzare soluzioni avanzate e di spingere i confini dell'intelligenza artificiale su larga scala.