Il Presidente di Cineca Francesco Ubertini e la DG Alessandra Poggiani sono stati intervistati dall'agenzia di stampa Dire. L'intervista, che è stata ripresa da diverse testate giornalistiche, si è aperta con il supercomputer Leonardo, utilizzato a pieno regime da vari progetti di ricerca:

<<Il supercomputer “è a pieno utilizzo” già dalla sua inaugurazione, nel novembre 2022, e ad oggi ha raggiunto “il livello di saturazione”, con progetti di ricerca “in coda” in attesa di essere sviluppati. In poche parole, “abbiamo già più domanda che offerta”>>.

Il Presidente e la Direttrice Generale hanno spiegato i risultati e le sfide in cui il supercomputer è impegnato, oltre a descrivere l'aggiornamento in programma nei prossimi mesi:

<<Ad oggi la road map prevede l’upgrade di Leonardo, col sistema Lisa, entro giugno, e a fine anno arriverà il computer quantistico e nel 2028 andrà in pensione Leonardo, sostituito dal nuovo supercomputer.>>

Proseguendo, hanno sottolineando l'importanza di Leonardo per il sistema europeo di ricerca e innovazione, come parte dell'iniziativa EuroHPC. Ubertini ha ricordato l'importanza del supercalcolo per l'intelligenza artificiale, e il ruolo di primo piano dell'Europa, grazie a una strategia di lungo periodo, sottolineando il rischio che, senza la partecipazione pubblica, le grandi infrastrutture siano monopolizzate da privati, creando disuguaglianze. Poggiani ha evidenziato l'importanza dell'osmosi tra ricerca pubblica e privata, indicando che un'infrastruttura come Leonardo favorisce l'accesso gratuito per i gruppi di ricerca, abbattendo le barriere imposte dalle Big Tech e promuovendo lo sviluppo di start-up e imprese.

L'intervista completa e il video sono disponibili sul sito di Dire.