L’Associazione Amici del Museo del Patrimonio Industriale con il Museo del Patrimonio Industriale di Bologna ha promosso e realizzato la Fabbrica del Futuro, un nuovo spazio laboratoriale all’interno del Museo, che verrà inaugurato il 13 marzo 2019.

Partendo dalla sua mission di sostegno al progetto culturale del Museo e di promozione e valorizzazione della cultura e della formazione tecnica, l’Associazione Amici ha concepito questo spazio come un laboratorio interattivo e multimediale per documentare le linee di sviluppo che stanno profondamente modificando l’ambiente e l’assetto produttivo e organizzativo delle fabbriche del nostro territorio.

Cineca, che ha collaborato all'iniziativa sviluppando "l'isola tecnologica" sui Big Data.

Le fabbriche si stanno trasformando grazie a tecnologie digitali, automazione applicata ai processi produttivi, gestione di flussi di informazione sempre più sofisticati e complessi in luoghi aperti, che dialogano costantemente con il mondo esterno per essere in grado di anticipare le necessità produttive delle aziende e di proporre soluzioni e innovazioni in continuo aggiornamento.

È la sfida dell’industria 4.0 che introduce il concetto di smart factory, ossia: 

  • nuove tecnologie produttive che consentono di interconnettere le macchine e gli strumenti rendono possibile il monitoraggio e il controllo automatico dell’intero processo per il miglioramento dell’efficienza e la qualità del prodotto.
  • aggiornate infrastrutture informatiche e tecniche che permettono la raccolta e l’elaborazione dei dati da parte del team di persone che assumono il ruolo di gestori dell'intero processo grazie a un collaborativo lavoro di gruppo.
  • attenzione ai consumi energetici e consapevolezza ecologica, creando sistemi più performanti.

La fabbrica diventa un nodo di interconnessione e mette in comunicazione il livello fisico delle cose e il livello digitale delle informazioni, non solo al suo interno, ma anche con l'esterno: fornitori, consumatori, centri di ricerca, smart city. Questo nuovo modo di intendere la fabbrica fa evolvere definitivamente il ruolo della persona, che farà la differenza grazie al suo crescente sapere, saper fare e sapere essere. Questo richiede una formazione di sviluppo che consenta un apprendimento continuo per poter governare lo sviluppo tecnologico e progettare il futuro, che richiedono la capacità di creare belle relazioni e di lavorare in gruppo. 

L’obiettivo del nuovo spazio laboratoriale è di riflettere su tutti questi processi e di offrire simulazioni e contenuti per attrarre le nuove generazioni e renderle più consapevoli del valore strategico del settore industriale del nostro territorio.

La Fabbrica del Futuro è un laboratorio articolato in 5 isole tecnologiche: la Simulazione, la Realtà Virtuale, l’Additive Manufacturing, l’Automazione Industriale e i Big Data che sintetizzano le principali tecnologie abilitanti di Industry 4.0.

Interverranno

  • Roberto Grandi, Presidente Istituzione Bologna Musei
  • Mauro Sirani Fornasini, Presidente dell’Associazione Amici del Museo del Patrimonio Industriale
  • Salvatore Grillo, Dirigente Scolastico dell’Istituto Aldini Valeriani
  • Flaviano Celaschi, Professore ordinario di Disegno industriale all'Università di Bologna
  • Marilena Pillati, Vicesindaco della città di Bologna

Inoltre interverranno tutte le aziende che hanno collaborato alla realizzazione, tra le quali Cineca.

------------------------------------

E' un'iniziativa dell'Associazione Amici del Museo del Patrimonio Industriale 

L’Associazione nasce nel 1997 per sostenere il progetto culturale del Museo del Patrimonio Industriale, per promuovere e divulgare la cultura e la formazione tecnica e rafforzare il legame tra realtà produttiva e mondo della formazione.

Supporta il Museo del Patrimonio Industriale quale luogo di incontro identitario dell’evoluzione dello stato dell’arte industriale. Sostiene, attraverso di esso, progetti con lo scopo di fornire ai giovani gli strumenti per creare il loro futuro e renderli più consapevoli del valore strategico del settore industriale attraverso sinergie e rapporti tra imprese, scuole tecniche, università e istituzioni.

 

Per informazioni: Associazione Amici del Museo del Patrimonio Industriale

Letizia Pezzella

e-mail: l.pezzella@amicidelmuseo.org

tel. 051 6343262 - cell. 388 8717313

www.amicidelmuseo.org