28 Agosto 2018. COMUNICATO STAMPA ComunicaMente - Si parte con gli Aperitivi Scientifici e una mostra alla Velostazione Dynamo


Torna il 28 settembre la Notte Europea dei ricercatori a Bologna, Cesena, Forlì e Predappio, Ravenna e Rimini. Fra incontri, laboratori e visite guidate, il calendario di eventi che ci accompagneranno fino a quella data è ricchissimo.


In attesa del programma completo degli eventi si comincia il 28 agosto alle 18 con “THE QUANTUM IMPACT” il primo degli Aperitivi Scientifici alla Velostazione Dynamo (via dell’Indipendenza 71/Z), una sede informale e aperta alle trasformazioni urbane, ideale per chiacchierare di scienza, letteratura e tecnologia, affrontando temi insoliti che pure ci riguardano tutti da vicino.


Martedì 28 -  Elisa Ercolessi (Alma Mater Studiorum - Università di Bologna) e Daniele Ottaviani (Cineca) ci spiegheranno come le tecnologie quantistiche ci cambieranno la vita, perché con la crittografia quantistica i nostri soldi saranno più al sicuro, perché con un Quantum Computer si risolveranno i problemi del traffico e come migliorerà la velocità delle comunicazioni con il teletrasporto quantistico. A partire da questa data, poi, i ricercatori incontreranno il pubblico tutti i martedì di settembre alle 18 a Dynamo, per svelare i segreti della scienza legata a temi di attualità e alla vita quotidiana: dai computer quantistici ai detriti spaziali, dalle trasformazioni urbane più avveniristiche alle eruzioni vulcaniche fino all’arte vista e fatta al microscopio.


Infine, a fianco degli aperitivi sarà allestita nella Galleria di Dynamo anche una mostra dal titolo “Art at the nanoscale - Astrattismo scientifico: arte e Microscopia a Scansione di Sonda” curata da Cristiano Albonetti (CNR-ISMN), che inaugurerà martedì 11 settembre alle 19.30.


12 immagini create al microscopio a Scansione di Sonda trasformate in opere d’arte che si uniscono ad altre 4 opere trasferite direttamente su piastrella con la macchina Caravaggio drawing machine per mostrare come lo scienziato possa esprimere la propria sensibilità artistica partendo dagli strumenti del proprio lavoro.


Venerdì 14 settembre dalle 18 alle 20 si terranno due turni di visite guidate a cura dei ricercatori del CNR-ISMN. Con la partecipazione del direttore dell’Accademia di Belle Arti di Bologna Enrico Fornaroli.


 


La Notte Europea dei Ricercatori è un’iniziativa promossa dalla Commissione Europea fin dal 2005 che coinvolge ogni anno migliaia di ricercatori e istituzioni di ricerca in tutti i paesi europei.


L’Italia ha aderito da subito all’iniziativa europea con una molteplicità di progetti che ne fanno tradizionalmente uno dei paesi con il maggior numero di eventi sparsi sul territorio. L’edizione 2018 coinvolge in Italia 9 progetti per un totale di oltre 80 città.


SOCIETY (How do you spell RESEARCH? SOCIETY – Science, histOry, Culture, musIc, Environment, arT, technologY) è il progetto che porta la Notte Europea dei Ricercatori a Bologna, Cesena, Forlì e Predappio, Ravenna, Rimini.


Society è stato finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma Horizon 2020. Grant agreement n. 819090.


I partner del progetto Society sono il Consorzio Interuniversitario CINECA (coordinatore), Università di Bologna, Consiglio Nazionale delle Ricerche Area di Bologna (CNR), Istituto nazionale di Fisica Nucleare (INFN) Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), oltre alla società di comunicazione ComunicaMente. 


 


 (Il programma completop e maggiorni informazioni sul sito e su Facebook, Twitter, Instagram e YouTube)




ComunicaMenteUfficio Stampa e Comunicazione Chiara Pilati - Enrica Di Mennastampa@comunicatamente.it3334031247 - 3209190490




Ufficio Stampa CinecaCineca - Via Magnanelli 6/3 | Casalecchio di RenoPatrizia Colucciap.coluccia@cineca.it338/5366421 - 051/6171411