L'obiettivo del workshop internazionale "I sistemi informativi per la ricerca come strumento cruciale per la creazione di un'area europea della ricerca" è di individuare e sostenere le esigenze di Università e organizzazioni di ricerca in questo ambito, per arrivare alla creazione di "un'area europea della ricerca". Il 19 marzo, all'hotel i Portici di Bologna, Francia, Germania, Olanda, Norvegia, Spagna, Gran Bretagna e Italia si confronteranno per tracciare il panorama sulle modalità di gestione delle informazioni nella Ricerca scientifica in Europa. Questa iniziativa è organizzata da EUNIS, la principale associazione europea che si occupa di tematiche di ICT per le Università, ed è ospitata da CINECA.
Eunis Research Workshop , 19 marzo 2010 Bologna, ore 9.00, Hotel I Portici, Bologna


www.eunisresearch2010.it


Il panorama della gestione della ricerca (progetti e pubblicazioni scientifiche) oggi è caratterizzato a livello internazionale da un ristretto numero di soggetti che stanno cercando di indirizzare il mercato con le proprie piattaforme, servizi, e standard. In questo scenario che vede da una parte il mondo degli editori scientifici (come Elsevier, Thompson-Reuter, ..) e dall'altra quello delle aziende commerciali di ICT (come Google Scholar, con le new entry di Kindle/Amazon e IPad/Apple), le Università hanno necessità di riprendere il controllo della propria produzione scientifica, di indirizzarne il governo ed incentivare la condivisione della conoscenza all'interno della comunità della ricerca europea.


Il "Sistema Ricerca" è un complesso network di attori, relazioni e risultati. Le attività di ricerca scientifica si sviluppano infatti a rete, in maniera trasversale alle istituzioni, e quindi necessitano di strumenti per sostenere interconnessioni e scambi informativi tra gruppi sparsi sia a livello nazionale che europeo. Negli ultimi anni le organizzazioni accademiche hanno adottato sistemi software sia per tracciare e coordinare progetti, attività, gruppi, competenze e risultati delle proprie attività scientifiche, sia per rispondere all'esigenza di razionalizzare la gestione della ricerca, a fronte di un progressivo calo degli investimenti. Oggi, questi sistemi, i "Research Information Systems", sono il principale collettore delle attività e dei dati riguardanti la ricerca.


La sfida per il futuro della ricerca, di cui si parlerà nel corso del convegno, è di mettere a frutto questo patrimonio di conoscenza a livello europeo, creando una forte interconnessione e uno scambio di informazioni (scientifiche, finanziarie, amministrative, di supporto alla valutazione...) tra tutti gli attori del sistema universitario internazionale, definendo linee guida e standard, dopo aver identificato esigenze comuni e specificità.


Link al programma del convegno


Altre informazioni


Nuove direzioni nel management della Ricerca Scientifica
Migliorare la gestione e l'organizzazione delle attività di Ricerca scientifica e valorizzarne i risultati tramite il trasferimento tecnologico è sempre più una priorità per le Università italiane.


Per snellire il sistema, razionalizzare la gestione e incrementare le performance della Ricerca, il management e gli organi di governo di Ateneo si stanno indirizzando in particolare verso una attenta gestione delle informazioni interne. Tracciamento dei finanziamenti, catalogazione della produzione interna, valutazione dei risultati, disseminazione e promozione, collegamento verso i sistemi ministeriali e nazionali.


La volontà di razionalizzare la gestione della Ricerca ha portato alla diffusione negli ultimi anni di software che si occupano di tracciare e coordinare progetti, attività, gruppi, competenze e risultati all'interno di ciascun Ateneo o ente di ricerca. Questi applicativi in genere sono chiamati Research Information Systems.


"Sistema Ricerca" come network ed European Research Area
Le attività di Ricerca scientifica si sviluppano spesso in maniera trasversale alle singole istituzioni, e vivono quindi di forti interconnessioni e scambi informativi tra gruppi sparsi sia a livello nazionale che europeo. Per questo si parla di "Sistema Ricerca"come complesso network di attori, relazioni e risultati.


Va aggiunto inoltre che da alcuni anni la Comunità Europea sta promuovendo la creazione di un'area comune europea per la Ricerca (European Research Area). Ad oggi ne sono state tracciate le basi con l'indicazione di policy e linee di sviluppo, che evolveranno presto in requisiti a cui le istituzioni di ricerca dei paesi membri dovranno conformarsi.


Un significativo miglioramento delle attività di Ricerca si ha quindi solo a patto di creare una forte interconnessione e scambio di informazioni (scientifiche, finanziarie, amministrative, di supporto alla valutazione,...) tra tutti gli attori del sistema universitario italiano ed europeo.


La gestione delle informazioni della Ricerca e il "conflitto" per definire gli standard di comunicazione
I Research Information Systems adottati dalle diverse università europee sono diventati quindi il principale collettore delle attività e dei dati riguardanti la Ricerca. E' naturale che l'attenzione si stia spostando su questi sistemi e sulle modalità con cui essi possano contribuire in maniera concreta allo scambio di informazioni, al coordinamento delle attività, alla condivisione di risultati e conoscenza.


Va detto inoltre che le informazioni relative alla Ricerca scientifica sono oggi tracciate da diverse importanti piattaforme web e sono al centro di rilevanti "conflitti". Si pensi ad esempio all'ambito delle pubblicazioni scientifiche ed ai contrasti tra le grandi aziende di editoria (Elsevier, Thompson-Reuter) e Google Scholar, con le new entry di Kindle/Amazon e IPad/Apple che sembrano essere molto interessate a guadagnare autorità in questo settore. Gli attori di questa sfida puntano ad ottenere il controllo sui futuri standard delle entità informative coinvolte (pubblicazioni scientifiche, competenze, discipline, indicatori di performance, ...), imponendo di conseguenza le proprie piattaforme di riferimento.


Al contrario le Università hanno necessità di riprendere il controllo della propria produzione scientifica e di governare ed incentivare gli scambi e la condivisione all'interno della comunità della Ricerca europea. Una iniziativa per spingere lo scambio di informazioni tra istituzioni di ricerca nazionali ed europee
Il 19 Marzo a Bologna il management delle Università europee e le principali organizzazioni che si occupano di sviluppare Research Information Systems (consorzi universitari e software company di diverse nazioni) si incontreranno per discutere di queste tematiche.


Speaker provenienti da Francia, Germania, Olanda, Norvegia, Spagna, Gran Bretagna e Italia cercheranno di tracciare un panorama della gestione delle informazioni riguardanti la Ricerca scientifica nelle diverse realtà nazionali e si confronteranno su come attivare meccanismi di comunicazione e interoperabilità tra i diversi software per supportare le esigenze di networking di Università e organizzazioni di ricerca.


Questa iniziativa è organizzata da EUNIS, la principale associazione europea si occupa di tematiche di ICT per le Università, ed è ospitata da CINECA, consorzio di 40 Università italiane impegnato nello sviluppo di sistemi informativi per gli Atenei.


Maggiori informazioni
EUNIS Research Workshop, 19 marzo 2010 Bologna, Hotel I Portici


 




Ufficio Stampa CinecaCineca - Via Magnanelli 6/3 | Casalecchio di RenoPatrizia Colucciap.coluccia@cineca.it338/5366421 - 051/6171411