Dal supporto alla ricerca ai servizi per gli uffici amministrativi degli atenei; dalla gestione dei data base del MUR ai servizi di consulenza e formazione degli utenti: Cineca non si è mai fermato. Oltre a garantire la continuità operativa, le iniziative messe in campo da Cineca per sostenere gli atenei e gli enti consorziati fin dalle prime fasi di emergenza hanno avuto impatto trasversale su tutti i servizi erogati.

In seguito alla pandemia, infatti, anche Cineca, come tutti gli enti che erogano servizi basati sulla rete, si è trovato nella situazione di dover contemporaneamente riorganizzare le proprie modalità di lavoro, e potenziare i servizi, o farne partire di nuovi, per sostenere un diverso modo di lavorare degli utenti. Questa rivoluzione, che ha visto un’accelerazione nella digitalizzazione di tutte le attività gestibili tramite accesso da remoto, ha richiesto uno sforzo non previsto dal punto di visa dei “volumi”, ma non ci ha colti impreparati nella sostanza. Il processo verso la digitalizzazione è l’asset su cui Cineca basa i propri servizi fin dalla propria costituzione, il fondamento stesso dell’esistenza del Consorzio.

Nel trarre un primo bilancio, a un anno dall’inizio della pandemia, possiamo dire che abbiamo indubbiamente vissuto un momento eccezionale, ma dobbiamo altresì prendere atto del fatto che l’eccezione sta cominciando a configurarsi come una nuova norma. I picchi che abbiamo vissuto a marzo 2020 non sono più interpretabili come tali e sta prendendo forma nuovo modo di lavorare, sempre più digitalizzato, che deve essere sostenuto e garantito.

La panoramica completa delle attività di Cineca per l'emergenza è descritta nell'articolo in evidenza